Inventario delle Identità

Voi siete qui:  Skip Navigation LinksHome Page > Identità > Tipi di identità > Gruppo Uno > Le piacevolezze 2 - la vendetta


Skip Navigation Links

Le piacevolezze 2 - la vendetta

Quando parlavo di Piacevolezze, dimenticavo una piacevolezza importante e sottovalutata: la piacevolezza dell'odio. L'odio è una droga che riesce a dare benessere ad intere popolazioni; è una contagiosa malattia dell'anima, che si propaga senza ostacoli nell'uno e nell'altro campo di battaglia; è un orrore illimitato e senza ritorno. Bon: oltre alla poesia, si può dire qualcos'altro?

Le identità, tutte le identità, da sempre invocano l'odio contro il "nemico": infatti, l'odio esalta le fila dei miei combattenti, rende più difficile il tradimento o la diserzione, aumenta l'efficacia dei miei attacchi e la resistenza delle mie difese. Una panacea per qualsiasi contrapposizione. D'altro canto, l'odio ha delle controindicazioni e va gestito con accortezza: tipicamente, è poco compatibile con l'afflato umanitarista, con l'alleanza con il "Gruppo Infinito" che qualsiasi identità ama mostrare nei suoi manifesti.

Di solito, il problema viene risolta dalla Comunicazione, che mostra quanto sia autorizzato il mio odio e quanto benefico sia, "sub specie aeternitatis", l'annichilimento dell'avversario. Tuttavia, può talvolta rimanere qualche problema alla piacevolezza della ragionevolezza. Come dicevo, bisogna stare accorti.

Lo so, lo so: dovrei citare degli esempi. Ma perché cercarsi delle rogne? E d'altronde: tutto questo servirà mai a qualcosa?

L'avrete già capito: i miei lemmi, queste pagine che percorrete con qualche difficoltà, sono stati scritti in momenti diversi e risentono dei miei stati d'animo.  Non posso lasciarvi con l'amaro in bocca: vediamo un'altra considerazione.

Penso che ci sia una autentica piacevolezza legata a situazioni di concordia, di collaborazione, di tolleranza: la piacevolezza della pace. Ritengo che sia una delle piacevolezze più negate dalle varie identità: se non altro, perché situazioni del genere rinnegano il presupposto universalistico tipico di tutte le "identità forti". Tuttavia, è questo sentimento che ispira il sito che state percorrendo. Che la pace sia con voi: ma non contateci troppo.

Bene, digressione finita (per ora): potete tornare al Gruppo Uno o proseguire direttamente con il Gruppo Infinito.

 

Per qualsiasi comunicazione: info@identitario.it