Inventario delle Identità

Voi siete qui:  Skip Navigation LinksHome Page > Etica > Etica Alta, Etica Bassa > La buona notizia, la cattiva notizia


Skip Navigation Links

La buona notizia, la cattiva notizia

Ho una buona notizia. Il Male non esiste. Ognuno cerca di fare il bene, o almeno, il bene secondo l'identità in cui si riconosce in quel momento. Certo, esiste anche il Gruppo Uno: cioè, l'individuo singolo. Se rubo in una gioielleria, sto seguendo una morale piccola, individuale; o al più, ristretta alla mia famiglia e ai bisogni dei miei cari. L'"errore" è quello di confondere il gruppo di appartenenza, di prendere a modello la morale sbagliata. Se l'errore potesse essere corretto, vedrei gli interessi più generali e avrei maggiori remore a danneggiare il mio prossimo per il mio esclusivo tornaconto.

Ho una cattiva notizia. Il Male non esiste. E per fare il Bene che sono state distrutte le Torri Gemelle. E' per fare il Bene che si torturava a Abu Graib. E' per fare il Bene che 8.000 persone sono state massacrate a Srebrenitza. E' per fare il Bene che i Tedeschi hanno massacrato gli Ebrei. Non c'è uscita: se il Male non esiste, come puoi combatterlo? Con il tuo Bene? Per quale motivo il tuo Bene dovrebbe essere migliore di quello del tuo avversario?

Se vi siete confortati, potreste tornare ad Etica Alta, Etica Bassa.

Per qualsiasi comunicazione: info@identitario.it