Inventario delle Identità

Voi siete qui:  Skip Navigation LinksHome Page > Etica > Peccati > La Storia di Frank


Skip Navigation Links

La Storia di Frank

Frank era un bravo ragazzo, ubbidiente ai genitori, educato, cantava nel coro della Chiesa. La situazione non era facile: il padre lavorava molto e guadagnava poco, la guerra da poco finita aveva lasciato uno strascico di insicurezza e di disagio, di rado Frank e i suoi fratelli riuscivano a mangiare a sufficienza; e poi, c'erano i Mostri. Frank ne aveva visti pochi, nel villaggetto dove viveva: ma si parlava delle loro malefatte nei giornali, nelle riunioni di famiglia, nei sermoni. Erano i Mostri che avevano fatto perdere la guerra, che impedivano alle condizioni lavorative di migliorare, che opprimevano il paese tramite la loro potenza economica e la loro scoperta cattiveria.

Per fortuna, era comparso un politico intelligente, deciso, amorevole, che aveva capito la gravità della situazione e aveva stabilito di porvi rimedio, nell'interesse della gente comune. Era riuscito a convincere tutto il paese della giustezza delle sue analisi, a percorrere i primi passi verso una migliore situazione economica, a far indietreggiare i Mostri. Non c'era alcun dubbio che, sotta la guida del Capo, il paese si sarebbe riscattato, i Mostri sarebbero scomparsi e il benessere sarebbe stato presto disponibile per tutti. Certo, tutto ciò richiedeva dei sacrifici, nell'immediato: ma ognuno era chiamato a partecipare allo sforzo comune, ad essere un Eroe in mezzo agli altri Eroi. Fu così che Frank aderì alla richiesta del suo Paese e fu in prima fila nella lotta per il suo riscatto.

Ora, questa è la domanda: chi è responsabile se ...

 ... se Frank entrò nelle SS e fu uno degli aguzzini di Auschwitz?

Potremmo parlare di Nazismo.

Per qualsiasi comunicazione: info@identitario.it