Inventario delle Identità

Voi siete qui:  Skip Navigation LinksHome Page > Comunicazione > Comunicazione versus Identità > L'Astronave Aliena


Skip Navigation Links

L'Astronave Aliena

Oggi, 27/5/2009, ho sentito per l'ennesima volta una giornalista prendersela con l'incapacità della Sinistra di contrapporre argomentazioni e programmi allo strapotere di Berlusconi, investendo invece sulle pinzellacchere tipo il caso Noemi o le bizze di Veronica Lario. L'argomentazione di sottofondo era che la Politica si vince affrontando i problemi seri e non con il gossip.

Mi spiace per Ritanna Armeni, persona seria ed intelligente; ma penso che abbia torto. Il problema della Sinistra, di questi tempi, in Italia, non è la necessità di programmi, di spinte ideali, di coinvoglimento sociale o di quant'altro codificato nei manuali della Politica; il problema è il fascino, l'approvazione, l'investitura corale di cui è dotato Berlusconi. Per carità, la Comunicazione non è tutto, esistono i problemi reali della persone, le loro aspirazioni, le loro idiosincrasie; ma ha un ruolo pregnante anche e soprattutto il coinvolgimento con il capo, per cui il Berlusconiano doc dà fiducia al suo leader al di là delle classiche leve del consenso. In questo scenario, è cruciale trovare le pagliuzze che possano diminuire questa identificazione: si tratta evidentemente di fatti simbolici e comunicativi più che di realtà fattuali e dalla conseguenze significative. Il processo Mills e il caso Casoria non sono riusciti a scalzare il predominio che Berlusconi esercita sulle coscienze; tuttavia, le iniziative dell'opposizione vanno giudicate avendo in mente quell'obiettivo.

Ognuno ha l'immaginario che si merita. A me viene in mente un topos obbligatorio di certa fantascienza ingenua. L'invincibile, gigantesca, micidiale astronave degli alieni si appresta a sferrare l'ultimo mortale colpo ai "buoni": questi ultimi la assaltano da tutte le parti, con le loro minuscole e fragili navicelle, ma vengono respinti dallo Scudo Invisibile della tecnologia avversaria. Solo l'Inaspettata Occasione, la Protezione Superiore, l'Eroismo Sovrumano permettono di trovare il punto debole dell'Avversario, di annullare la barriera che lo protegge e di trionfare su di lui. Per me, Berlusconi è quell'astronave; il fascino che da lui promana è lo Scudo Invisibile che lo protegge da qualsiasi attacco convenzionale; le varie vicende giudiziarie o velinarie i tentativi di infrangere lo Scudo. Mi sembrano iniziative velleitarie; comunque, auguri.

Come mai questo tipo di riflessioni suonano relativamente originali? Per la solita ragione: è tabù dire agli elettori che sono subornati da fattori esogeni al loro sublime giudizio, alla loro capacità di riflessione, all'insindacabile loro capacità di Scelta; insomma, che la Democrazia funziona un po' diversamente da come credono. Non che io veda un'alternativa al potere del Popolo Bue: ma anche una prospettiva fantascientifica può aiutarci a capire la nostra realtà.

Se è da lì che venite, potete tornare a Comunicazione versus Identità.

Per qualsiasi comunicazione: info@identitario.it