Inventario delle Identità

Voi siete qui:  Skip Navigation LinksHome Page > Identità > Caratteristiche > Conoscenza - Ignoranza


Skip Navigation Links

Conoscenza - Ignoranza

Non vorrei farmi troppo suggestionare dalla storiella del Grande Apikòres di Vilna: ma la distinzione fra chi sa e chi non sa è trasversale a più identità condivise ed ha una sua necessità. Banalmente: se la mia identità è la migliore, la più naturale e la più proficua per l'intero genere umano, come mai c'è qualcuno che non vi partecipa? La spiegazione più semplice è che ci sia stato un difetto di Comunicazione e che gli infedeli siano tali solo per Ignoranza del mio fondamentale messaggio; messaggio che io ho comunque l'obbligo di condividere con loro appena possibile.

Avrete riconosciuto l'approccio: è tipicamente quello dei Missionari Cristiani, che propagano la loro Verità e Conoscenza nelle terre di Missione; a dire il vero, credo che sia soprattutto fondamentale il loro stile di vita e il loro esempio per convincere la gente che lo scenario che propongono è positivo; tuttavia, la diffusione della Conoscenza, cioè del sottostante fondamento teologico e normativo, è indispensabile per mantenere e per ampliare il nuovo coinvolgimento identitario.

 Nell'Islam, il concetto di Ignoranza (Jahiliyya) acquista un valore particolare. Tipicamente, anche per i Mussulmani il Mondo risulta diviso fra chi possiede la Conoscenza, e quindi è Mussulmano, e gli infedeli, che sono tali in quanto appunto non conoscono l'Islam e non lo riconoscono come unica vera Fede. Va da sé che l'area della Jahiliyya va ridotta quanto più possibile. Sayyid Qutb, verso la metà del secolo scorso, ha sostenuto che anche la maggior parte dei Mussulmani e dei loro regimi erano ricaduti nella Jahiliyya, per cui andavano "riconvertiti" e ricondotti alla centralità del Corano nelle loro vite e nelle loro azioni. Gli scritti di Qutb sono riconosciuti come i manuali basilari del fondamentalismo islamico radicale, cioè di Al-Qaida e degli altri movimenti terroristici di matrice mussulmana. Le Torri Gemelle sono state abbattute per combattere l'Ignoranza.

Secondo Qutb, la rinascita dell'Islam è messa in atto da un'avanguardia illuminata che conosce le "pietre miliari" della strada per la costruzione di una Società Islamica che faccia costantemente riferimento al Corano. Vi ricorda niente? No, siete troppo giovani. Ai miei tempi, si chiamava Leninismo, considerava gli scritti di Marx invece di quelli di Maometto ed era anch'essa la ricetta per la costruzione di un mondo perfetto. Eravamo convinti che, se uno avesse letto e capito Marx, si sarebbe convinto dell'inevitabilità della Vittoria del Proletariato. Solo per dire che anche nel Marxismo ci si affidava all'inevitabilità delle Magnifiche Sorti e Progressive per definire quale fosse vera Conoscenza e vera Ignoranza.

Del resto, la dottrina Bush della diffusione della Democrazia al seguito dell'Esercito Americano non è meno arbitraria: anch'essa fa perno sulla convinzione che la Democrazia all'americana sia buona e desiderabile e che solo l'ignoranza delle popolazioni coinvolte ne freni l'affermazione. Come ho già detto altrove, non è un concetto scontato.

Lo Stato ha una maniera particolare per gestire l'Ignoranza: presuppone che essa non esista, o almeno, che l'Ignoranza della Legge non costituisca una scusante. Del resto, è probabilmente questo uno dei motivi per cui allo Stato è demandata la maggior parte della lotta all'Ignoranza: la Scuola. Che comunque risponde al profilo e alla richiesta di Conoscenza così come è calibrata dallo Stato stesso. In altre parole, la nostra appartenenza Stato decide la maggior parte della nostra Conoscenza e della nostra Ignoranza. Non è una responsabilità da poco.

Etnia, Localismo, Lavoro, Criminalità: tutti fanno riferimento a comportamenti convenzionali e ad obblighi espliciti o impliciti. Gli adepti ne sono perfettamente a conoscenza, gli "esterni" si comportano da "ignoranti" e si trovano variamente discriminati.

Ritroviamo il disprezzo verso gli ignoranti nei gruppi degli Anti: che hanno i loro libri di riferimento, che condannano anch'essi la mancanza di Conoscenza dei non adepti, che vorrebbero vedersi riconoscere dal Mondo il pericolo micidiale degli Ebrei o la congiura di Bush per l'abbattimento delle Torri Gemelle.

Dicevano i latini: "Timeo hominem unius libri", mi fa paura l'uomo che ha un solo libro.

Per andare avanti, dovete tornare indietro: di nuovo alla lista delle Caratteristiche.

Per qualsiasi comunicazione: info@identitario.it