Inventario delle Identità

Voi siete qui:  Skip Navigation LinksHome Page > Comunicazione > Quale Comunicazione > Intercapedine > Complotti


Skip Navigation Links

Complotti

E' interessante considerare la facilità con cui si diffondono e si affermano le teorie sulle cospirazioni, più o meno subdole, più o meno estese. Certo, alla base della loro penetrazione e generalità ci sono fenomeni identitari: banalmente, la cospirazione è legata al "nemico", ne mostra tutta l'odiosa potenza e chiama alle armi tutti gli spiriti di buona volontà. Ma c'è un altro aspetto che mi interessa considerare adesso.

Come mai le teorie complottiste sono innegabili? Cioè, come mai gli adepti dell'una o dell'altra cospirazione continuano a credere alla loro teoria nonostante che essa appaia irragionevole e contraddittoria ai loro avversari? Ebbene, ognuna di esse è una prova di quanto lontana sia la "realtà" dalla nostra Visione del Mondo. Il bozzolo di comunicazione in cui siamo rinchiusi è talmente spesso ed intricato che diventa impermeabile alla ragionevolezza, alla verosimilianza, al comune sentire. Insomma, la "verità" è più fragile di quanto vorremmo che fosse.

Lo so che sembrano disquisizioni capziose ed inconcludenti; ma non le percorro solo per soddisfare il mio gusto per l'arzigogolo. La convinzione che gli Ebrei dominassero il mondo e, in particolare, volessero distruggere la Nazione Tedesca è stata la causa della Shoà. Dedicate un istante all'infinito stuolo delle vittime, all'assurdità di quanto è successo, di quanto può ancora succedere.

Per qualsiasi comunicazione: info@identitario.it